Com'era la Palestina a tempi di Gesù?   

La Palestina era divisa in quattro province, tre nella parte occidentale del Giordano: Giudea, Samaria e Galilea ed una nella parte orientale, la Perea. La Giudea è la terra più presente nei Vangeli, con capitale Gerusalemme, centro religioso e politico del paese. A Nord della Giudea si estendeva la provincia di Samaria che, in seguito alle sue peculiarità storiche, era considerata in pratica come una nazione indipendente con differenze religiose rispetto alla Giudea.

A sua volta la Galilea era situata al nord della Samaria e già da allora era la regione più bella e fertile della Palestina, con i monti Hermon e Tabor, la pianura di Esdrelón ed il lago di Tiberiade.

Il contatto coi pagani era più frequente in Galilea che in Giudea, da questo nasce l’odio che gli abitanti della Giudea sentivano verso i galilei.

Alcune delle città più conosciute si situavano intorno al lago di Tiberiade, tra cui Tiberiade, Cafarnao, Magdala e Corazin, Nazaret. Betlemme invece è a 15 km a sud di Gerusalemme.